Scipione detto anche l'Africano
Disponibile su Prime Video, iTunes
Catone vede nella popolarità di Scipione l'Africano e di suo fratello l'asiatico un pericolo per la Repubblica, e li accusa di aver rubato denaro pubblico. l'Africano, cui la moglie ha chiesto il divorzio non sopportandone la rigida integrità morale, scopre che l'appropriazione è opera del fratello. Sapendo che l'ormai corrotta Repubblica non tollera gli onesti come lui, si autoaccusa davanti al Senato e sceglie la via dell'esilio.
Con Marcello Mastroianni, Silvana Mangano, Vittorio Gassman
Regista Luigi Magni