Io la conoscevo bene

Io la conoscevo bene

Disponibile su iTunes
Il capolavoro di Antonio Pietrangeli è uno dei “ritratti di donna” più lucidi e complessi prodotti dal cinema italiano. La giovane Anna (una Stefania Sandrelli raramente così convincente) approda dalla provincia a Roma per inseguire il sogno della carriera cinematografica. Apparentemente una ragazza superficiale, volubile: “le scivola tutto addosso”, come sentenzia uno dei suoi amanti. In realtà, a guardarla più da vicino, una figura tragica, alla ricerca di una emancipazione impossibile in un ambiente di avvilente cinismo, non lontano da quello descritto da Fellini nella Dolce Vita. Pietrangeli costruisce un racconto di modernità stilistica che ancora riesce a stupire e a coinvolgere appieno, una narrazione spezzata in episodi e flashback che riesce a mantenere una straordinaria fluidità. Accanto alla Sandrelli, due mattatori della commedia italiana, Nino Manfredi e Ugo Tognazzi, che il regista valorizza alla perfezioni nei loro aspetti più amari. Tra i protagonisti del film, però, va annoverata anche la musica: le vicende, infatti, si fondano mirabilmente con una ricca selezione dei migliori interpreti della musica leggera italiana di quegli anni.
Con Stefania Sandrelli, Nino Manfredi, Ugo Tognazzi
Regista Antonio Pietrangeli