Corpo celeste

Corpo celeste

Disponibile su iTunes
Marta ha 13 anni ed è tornata a vivere alla periferia di Reggio Calabria (dove è nata) dopo aver trascorso 10 anni in Svizzera. Marta è esile, attente, con un'andatura un po’ sbilenca e un'inquietudine che la fa assomigliare ad una creatura selvatica. Ma ha una grazia speciale, e mentre passa tra gli altri come una piccola fata guarda e sente tutto: non ricorda molto della sua infanzia a Reggio, la città è cresciuta senza nessun ordine, è per lei rumore, resti antichi accanto a palazzi ancora in costruzione e vento, un mare che si intravede vicino e sembra impossibile da raggiungere. Marta inizia subito a frequentare il corso di preparazione alla Cresima, l'età è giusta, ed anche, le ripetono tutti, un bel modo per farsi nuovi amici. Senza la Cresima non ti puoi neanche sposare! Incontra così don Mario, prete indaffarato e distante che amministra la chiesa come una piccola azienda, e la catechista Santa, una signora che guiderà i ragazzi verso la confermazione. In parrocchia si sta preparando una festa per l'arrivo del nuovo Crocifisso Figurativo che dovrà rimpiazzare quello stilizzato e fluorescente che poco piace ai parrocchiani. Nell'attesa della grande festa della parrocchia, Marta partecipa alle attività del catechismo, impara a memoria le formule del libro, canta "mi sintonizzo con dio" Ma capirà ben presto che altrove deve trovare la sua strada, non la via al di là del mondo, ma la via attraverso il mondo.
Con Yle Vianello, Salvatore Cantalupo, Anita Caprioli
Regista Alice Rohrwacher